Il Centro universitario interdipartimentale per lo studio delle intolleranze alimentari, delle malattie infiammatorie intestinali, e della loro relazione con la nutrizione è istituito presso il Dipartimento di Scienze Cliniche e Sperimentali.

All’attività del Centro, da sviluppare secondo i criteri di interdisciplinarietà, possono concorrere docenti facenti capo ai Dipartimenti di Scienze Cliniche e Sperimentali, di Specialità Medico-Chirurgiche, Scienze Radiologiche e Sanità Pubblica, di Medicina Molecolare e Traslazionale.

L’ obiettivo principale del Centro è quello di promuovere, potenziare e sostenere la ricerca scientifica in ambito di Intolleranze Alimentari e di Malattie Infiammatorie Intestinali al fine di:

  1. migliorare l’assistenza ai pazienti attraverso la ricerca sui meccanismi patogenetici, sui fenotipi clinici e sulla risposta ai trattamenti
  2. promuovere interventi e programmi di prevenzione delle patologie in studio, soprattutto per quanto attiene l’alimentazione e altri aspetti dello stile di vita, per la promozione ed il mantenimento dello stato di salute e del benessere.

Per conseguire tale scopo il Centro può promuovere:

  1. progetti di ricerca clinica con particolare riferimento agli aspetti patogenetici, ai fattori prognostici, alle procedure diagnostiche ed alla valutazione dell’impatto delle terapie con particolare riferimento allo sviluppo di trattamenti innovativi di tipo medico, chirurgico e dietetico;
  2. studi epidemiologici per valutare la prevalenza, l’incidenza e la storia naturale delle patologie in studio in stretta collaborazione con le strutture sanitarie di vario livello sul modello, in particolare, di quanto già implementato in collaborazione con ASL di Brescia come Osservatorio della Malattia Celiaca;
  3. programmi di prevenzione delle patologie in studio con particolare riguardo alle abitudini alimentari ed agli stili di vita per la promozione dello stato di salute e benessere;
  4. programmi di screening per la identificazione precoce dei soggetti a rischio;
  5. l’interazione con le Associazioni dei Malati, con il mondo medico-scientifico e con le imprese produttive e distributive.

Il Centro potenzia l’integrazione tra medicina specialistica e medicina generale mediante lo sviluppo di piattaforma web e di “toolkits” di informazioni essenziali da scambiare nella fase diagnostica e di follow-up, e l’adozione di flow-chart che specifichino ed assegnino ruoli diversi nelle fasi di follow-up.

Referente: Prof. Maurizio Castellano