Ministero Sviluppo Economico

Bando MISE Economia Circolare

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo economico che mette a disposizione 150 milioni di euro per progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare.

Le agevolazioni sono rivolte alle imprese e ai centri di ricerca. Per i soli progetti congiunti, sono ammessi anche gli organismi di ricerca, pubblici e privati, in qualità di co-proponenti.
I beneficiari possono presentare progetti anche congiuntamente tra loro. In questo caso, gli organismi di ricerca devono sostenere almeno il 10% dell’importo complessivo ammissibile.

I progetti ammissibili alle agevolazioni devono prevedere attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, strettamente connesse tra di loro in relazione all’obiettivo previsto dal progetto, finalizzate alla riconversione produttiva delle attività economiche attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali.

Il decreto MISE stabilisce che le agevolazioni sono concesse sotto forma di finanziamento agevolato, entro il 50% dei costi ammissibili, in presenza di un finanziamento bancario concesso a tasso di mercato a copertura di almeno il 20% delle spese ammissibili.

Al finanziamento si aggiunge un’ulteriore agevolazione sotto forma di contributo diretto alla spesa:

  • fino al 20% delle spese ammissibili per le imprese di micro e piccola dimensione e per gli organismi di ricerca;
  • fino al 15% per le imprese di media dimensione;
  • fino al 10% per le imprese di grande dimensione.

Gli Organismi di ricerca possono partecipare a più progetti congiunti mediante propri istituti, dipartimenti universitari o altre unità organizzative-funzionali dotati di autonomia gestionale, organizzativa e finanziaria. Al fine di garantire la corretta realizzazione del progetto presentato, ciascuno di tali istituti, dipartimenti o unità organizzative-funzionali dell’Organismo di ricerca può partecipare ad un solo progetto.

Le agevolazioni saranno concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello. Le istanze quindi potranno accedere alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione. Le domande presentate nello stesso giorno saranno considerate come pervenute nello stesso istante, indipendentemente dall’orario di presentazione.

Laddove le risorse finanziarie residue disponibili si rivelassero insufficienti per accogliere integralmente le domande presentate nello stesso giorno, si procederà all’istruttoria in base alla posizione assunta nell’ambito di una specifica graduatoria di merito.

Le richieste di chiarimenti ed eventuali quesiti di natura normativa possono essere inviati all’indirizzo di posta elettronica: INFO_RS-FCS@mise.gov.it

Alle richieste di chiarimenti pervenute viene fornita una risposta attraverso le FAQ.

Il MISE provvederà all’apertura dei termini per la presentazione delle domande con decreto direttoriale, di prossima emanazione.

Dopo la pubblicazione del suddetto decreto, il Servizio Ricerca comunicherà tempi e modalità di preselezione delle proposte progettuali.

Il Servizio Ricerca è in attesa di un riscontro del MISE riguardo al numero di progetti che UNIBS può effettivamente presentare.

Torna su