Palazzo Martinengo sede del Rettorato

Nuovi accordi di cooperazione scientifica internazionale

  • Con Decreto Rettorale n. 533 del 24 giugno 2022 è stato approvato un nuovo accordo  di cooperazione internazionale fra il nostro Ateneo e la Universidad de Medellín con sede in Colombia, presentato dalla Prof. Luca Passanante, afferente al Dipartimento di Giurisprudenza. Con la stipula di questo accordo si intende stabilire un quadro collaborativo tra la Universidad de Medellín  e l’Università degli Studi di Brescia, al fine di promuovere e potenziare la collaborazione scientifica e didattica tra le due istituzioni in particolare l’attività di ricerca nell’ambito del Diritto con l’obiettivo di promuovere e favorire la mobilità degli studenti in duplice modalità, realizzando progetti di ricerca accademica e correlando tesi di laurea;
  • Con Decreto Rettorale n. 542 del 28 giugno 2022 è stato approvato un nuovo accordo  di cooperazione internazionale fra il nostro Ateneo e la Icahn School of Medicine at Mount Sinai (ISMMS) con sede a New York (USA), presentato dalla Prof. Roberto Lucchini, afferente al Dipartimento di Specialità Medico-Chirurgiche, Scienze Radiologiche e Sanità Pubblica . Con la stipula di questo accordo si intende stabilire un quadro collaborativo tra la Icahn School of Medicine at Mount Sinai (ISMMS) e l’Università degli Studi di Brescia, al fine di promuovere e potenziare la collaborazione scientifica e didattica tra le due istituzioni, anche attraverso lo scambio di studenti, ricercatori e docenti.
  • Con Delibera n. 542 del 28 giugno 2022 è stato approvato un nuovo accordo  di cooperazione internazionale fra il nostro Ateneo e la University of California, Santa Cruz con sede in California, presentato dal Prof. Roberto Lucchini, afferente al Dipartimento di Specialità Medico-Chirurgiche, Scienze Radiologiche e Sanità Pubblica . Con la stipula di questo accordo si intende stabilire un quadro collaborativo tra la University of California, Santa Cruz e l’Università degli Studi di Brescia, al fine di promuovere e potenziare la collaborazione scientifica e didattica tra le due istituzioni, anche attraverso lo scambio di studenti, ricercatori e docenti
Torna su