Impatto del Covid-19 sui pazienti HIV: uno studio condotto dal Dipartimento di Malattie Infettive dimostra l’importanza del supporto con la telemedicina

HIV

Uno studio osservazionale condotto dal Dipartimento di Malattie Infettive dell’Università degli Studi di Brescia presso l’ASST Spedali Civili di Brescia su 3.875 pazienti affetti da HIV con età media superiore a 51 anni mette in luce l’importanza del follow up tramite telemedicina. La ricerca richiama l’attenzione sull’impatto del Covid-19 nella cura dei pazienti affetti da HIV ed evidenzia l’importanza di garantire continuità assistenziale anche in un contesto di particolare emergenza.

“Lo studio – spiegano il prof. Francesco Castelli e la Dott.ssa Eugenia Quiros Roldan – coordinatori del gruppo di ricerca del Civile – sostiene l’ipotesi che la telemedicina sia uno strumento utile a contenere le conseguenze negative sui pazienti HIV nel periodo dell’emergenza, implementabile attraverso le videochiamate”.